Messina. Tagli Fs, lavoratori protestano e bloccano treno in stazione. Sindacati a colloquio con il presidente della Regione

Continua a Messina la protesta contro i tagli di Fs e  questa mattina i 21 lavoratori ex Ferrotel, struttura di servizio di Fs, chiusa la scorso anno, hanno bloccato in stazione per circa 20 minuti il treno diretto a Siracusa. Gli exdipendenti Ferrotel chiedono la ricollocazione e il ripristino degli investimenti di Fs in Sicilia e a Messina.

Intanto, l presidente della Regione siciliana, Raffaele Lombardo, ha ricevuto a Palazzo d’Orleans i segretari della Cisl e della Fit Cisl ed una rappresentanza dei lavoratori della Servirail di Messina, per affrontare il tema della soppressione, da parte di Fs, dei treni notte e dei treni a lunga percorrenza da e per la Sicilia.
All’incontro hanno preso parte il segretario generale regionale della Cisl Maurizio Bernava, il segretario generale regionale della Fit Cisl Amedeo Benigno, il segretario generale della Fit Cisl di Messina Enzo Testa, Fit Cisl Ferrovie di Messina e Palermo Michele Barresi e Mimmo Perrone ed una delegazione di 9 degli 85 lavoratori della Servirail. Sindacati e lavoratori hanno consegnato al Presidente Lombardo una petizione contenente oltre 10 mila firme raccolte a Messina per chiedere il ripristino dei treni notte e dei treni a lunga percorrenza.
“Siamo al fianco dei lavoratori – ha detto Lombardo – e intendiamo perseverare nel porre all’attenzione del governo nazionale la situazione determinatasi in Sicilia per effetto delle scelte operate dalle Ferrovie. Il meridione e la Sicilia non possono continuare ad essere penalizzati, occorre che sia garantita la continuita’ territoriale”.
Lombardo gia’ ad inizio dicembre aveva chiesto formalmente al governo centrale l’istituzione di un tavolo di confronto fra azienda e governo, questione che e’ stata riproposta nel corso dell’incontro avuto il 27 dicembre alla Presidenza del Consiglio.
“Dopo le assicurazioni ricevute nel corso degli incontri romani, avuti a cavallo delle festivita’ natalizie, dall’esecutivo nazionale – ha proseguito Lombardo – ci aspettiamo un segnale forte, che possa porre rimedio ai pesanti contraccolpi patiti da lavoratori, viaggiatori e pendolari”.
Venerdi’ prossimo sull’argomento e’ gia’ previsto un incontro nei locali dell’assessorato regionale alle Infrastrutture fra l’assessore PierCarmelo Russo ed il direttore delle Risorse umane di Fs.

Leave a Response