Scaletta. Bilancio ok, il sindaco Briguglio: ”Il dissesto non avrebbe risolto i problemi”

SCALETTA ZANCLEA  – Il  sindaco Mario Briguglio adesso mostra serenità dopo aver aver scacciato  i fantasmi del  disstesto finanziario del  Comune, così come qualcuno auspicava. «Non era il dissesto la soluzione dei problemi finanziari di Scaletta. Il Bilancio andava approvato, così com’è stato approvato, pur con l’evidente ritardo che non neghiamo. Parliamo di uno strumento finanziario che consentirà a Scaletta di andare avanti. Il dissesto avrebbe pesato come un marchio indelebile su una comunità che tra tante difficoltà, scaturite dall’alluvione del 2009, sta cercando di risollevarsi». Il previsionale del 2011 è stato adottato grazie all’abbandono dell’aula di due consiglieri di minoranza, Gabriele Avigliani e Salvina Cordaro. «Lo abbiamo fatto – hanno sottolineato – per consentire alle ditte che si sono prodigate in occasione della tragedia del 2009 di percepire quanto loro dovuto, poiché l’erogazione dei fondi, da parte della Regione, è legata all’approvazione di questo atto. Abbiamo voluto evitare – aggiungono i  due consiglieri di minoranza  – la paralisi del Comune e il successivo scioglimento del Consiglio».
Il bilancio è passato con 6 voti favorevoli e 4 contrari. L’ex consigliere di maggioranza Pietro D’Arrigo e Salvatore Auditore hanno dichiarato il loro voto contrario facendo riferimento, tra l’altro, al parere negativo del revisore dei conti, Gianfranco Moschella. Quest’ultimo ha rilevato che «l’Ente non ha provveduto entro il termine all’approvazione del bilancio di previsione per l’esercizio finanziario 2011» e che «il parere risulta anacronistico e limitato in quanto, l’ingiustificato ritardo con il quale è stato esitato, disattendendo il processo di pianificazione, lo rende, ormai in chiusura di esercizio, per le caratteristiche economico – finanziarie, più rispondente a un rendiconto di gestione,

Scaletta.  Bilancio ok, il  sindaco Bruguglio: ”Andava approvato’

Leave a Response