La Sicilia penalizzata da Trenitalia, il presidente della Regione sollecita il Governo nazionale affinché vengano rispistinate le tratte soppresse

“Il Governo nazionale si decida ad intervenire su tagli effettuati da Trenitalia sui convogli a lunga percorrenza dal Sud verso il centro-Nord e viceversa, ripristinando le tratte soppresse. Il Meridione e la Sicilia non possono continuare ad essere penalizzati, occorre che sia garantita la continuita’ territoriale”.
Lo  ha affermato il presidente della Regione Siciliana, Raffaele Lombardo, intervenendo nuovamente sui ridimensionamenti e sulle soppressioni disposte da Trenitalia. Lombardo gia’ ad inizio dicembre aveva chiesto formalmente al Governo centrale l’istituzione di un tavolo di confronto fra azienda e governo, questione che e’ stata riproposta nel corso dell’incontro avuto il 27 dicembre alla Presidenza del Consiglio.
“Dopo le assicurazioni ricevute nel corso degli incontri romani, avuti a cavallo delle festivita’ natalizie, dall’esecutivo nazionale ci aspettiamo un segnale forte – ha  aggiunto Lombardo – che possa porre rimedio ai pesanti contraccolpi patiti da lavoratori, solo in Sicilia sono 85 ad aver perso il posto, viaggiatori e pendolari”.

Leave a Response