La Dia confisca beni per 37 milioni all’imprenditore Scirocco sospettato di avere rapporti con clan mafiosi

 MESSINA – La Direzione investigativa antimafia, su disposizione della prima sezione penale del Tribunale di Messina, ha disposto la confisca dei beni all’imprenditore Francesco Scirocco, abitante a Gioiosa Marea, per un valore complessivo di 37 milioni di euro. L’uomo è  sospettato di contiguità con esponenti mafiosi operanti nella zona tirrenica-nebroidea della provincia di Messina. Confiscati società, appartamenti, autovetture di grossa cilindrata, un’imbarcazione da diporto della lunghezza 12 metri, polizze assicurative e disponibilità bancarie. Il provvedimento prende le mosse da un’articolata attività di investigazione patrimoniale che el gennaio e maggio di quest’anno aveva portato al sequestro del patrimonio dell’imprenditore che adesso passa definitivamente allo Stato.

Leave a Response