Nizza di Sicilia. L’ultimo saluto al pescatore Giovanni Forzini, con lui scompare un pezzo di storia nizzarda

NIZZA DI SICILIA – Se n’è andato in punta di piedi e con la dignità che lo ha sempre contraddistinto. Un uomo d’altri tempi, Giovanni Forzini, per gli amici Vannella, una vita dedicata alla famiglia, al faticoso lavoro di pescatore. Un punto di riferimento per i tantissimi amici che vantava a Nizza di Sicilia e non solo. Vannella che ha vissuto tenendo presenti quei principi morali che caratterizzano l’esistenza di un uomo. Un amico, Vannella, conosciuto e stimato non solo a Nizza di Sicilia ma anche nei paesi vicini. E con lui, se n’è andato uno spaccato di vita d’altri tempi, fatta di piccole e grandi cose… di duro lavoro e sacrificio. L’alba lo trovava già sul mare a bordo del suo peschereccio. Nizza di Sicilia non lo dimenticherà e infatti tantissimi amici gli hanno voluto rendere ieri l’ultimo omaggio, gremendo fino all’inverosimile la chiesa di S. Giovanni dove si sono svolti i funerali. Era un personaggio storico che pur non facendo più il pescatore dedicava la sua giornata a preparare le reti, in quella casetta che i nizzardi avevano soprannominato “la casetta dei pescatori” e dove quotidianamente si davano appuntamento tanti amici con la passione per il mare. Ed è proprio lì che ieri amici e parenti hanno portato la bara come a voler permettergli di salutare, per l’ultima volta il suo mondo fatto di reti e di barche. Un rapporto viscerale con il mare, per uno come Giuseppe Forzini nato e cresciuto nel quartire più antico di Nizza, quello dei Saraceni.  In questo momento di grande dolore giungano ai figli e ai familiari tutti le sentite condiglianze di Tele90.

Leave a Response