Roccafiorita a rischio isolamento, il consigliere comunale Orlando: “Basta con i raggiri”

ROCCAFIORITA – “Interventi subito, basta con gli scherzi, basta con i raggiri”. Il grido di protesta è del capogruppo di opposizione Fabio Orlando che ha voluto riaccendere i riflettori sui gravi problemi viari che affliggono il piccolo centro dell’Agrò. Le due strade di collegamento con la costa, la Sp 12 e la Sp11, sono piene di insidie. “Da un lato c’è il rischio che il ponte di Passo Murazzo crolli, dall’altro che la collina si sbricioli sopra la carreggiata”, spiega Orlando, che aggiunge: “Scegliere che strada percorrere per raggiungere i luoghi di lavoro, di studio, gli ospedali e gli altri servizi essenziali, è come fare “testa o croce”: qualsiasi decisione prendi, rischi la vita”. Orlando punta il dito contro chi continua a temporeggiare. “Ci avevano fatto capire – dice – che non c’era problema per la frana di contrada Ariella, in quanto potevamo ritenerci fortunati perché avevamo una “via di fuga” attraverso Mongiuffi Melia. Neanche il tempo di dirlo che col nubifragio del 9 novembre quella stessa strada si è ridotta a un colabrodo, con il transito interrotto in più punti e l’impossibilità di arrivare a Roccafiorita. E così – conclude Orlando – per le popolazioni di Limina, Antillo, Scifì, Mongiuffi Melia e Gallodoro è un’impresa tornare a casa, perché queste due strade provinciali sembrano dei campi minati”.

Leave a Response