Nizza Sicilia. Il consigliere Mimma Brigandì: ”Previsioni del Prg sovradimensionate”

NIZZA DI SICILIA – Il consigliere indipendente di Nizza di Sicilia, Mimma Brigandì, ha diffuso una nota stampa sui lavori del Consiglio comunale, svoltosi il 15 novembre scorso In particolare. Brigandì mette l’accento sull’argomento inerente il Piano regolatore comunale in merito al quale bisognava approvare la Valutazione ambientale strategica,  cioè una relazione tecnica con la quale si valuta l’impatto ambientale che lo strumento urbanistico avrà sul territorio. “A tal proposito – spiega la Brigandì – ho ribadito la mia non condivisione degli obiettivi  che l’Amministrazione si propone con il Prg  e cioè di continuare ad edificare nella zona a monte del paese, sovrastimando  il fabbisogno di abitazioni a scapito del territorio, che invece ha bisogno di interventi di salvaguardia a causa del dissesto idrogeologico, necessita di vie di fuga, come nel quartiere Casapinta, di canali di deflusso delle acque a monte del centro abitato, come in via Villafranca, e del monitoraggio dei torrenti, come il Landro, il cui letto è stato eccessivamente ristretto e cementificato e pertanto esonda in presenza di piogge abbondanti”. Il consigliere di opposizione, nel suo intervento, ha altresì, evidenziato che il Prg dovrebbe puntare a correggere gli errori del passato e cioè  l’eccessiva edificazione, anche in piccoli quartieri, che invece andavano mantenuti e valorizzati in base alle peculiarità originarie, attraverso precisi indici di cubatura e incentivi ai cittadini per ristrutturare le abitazioni. La Brigandì – ha aggiiunto – che, pertanto, a suo parere, il Prg dovrebbe puntare a riqualificare strade e quartieri, prevedere parcheggi e verde pubblico, canali di gronda e vie di fuga. “ Il Piano Regolatore, è uno strumento di programmazione  dello sviluppo  – chiude il consigliere –  quindi dovrebbe favorire una gestione del territorio che fosse il più possibile funzionale rispetto alle esigenze del momento e razionale rispetto ad una visione di più ampio raggio, ponendo come obiettivi la sicurezza, la vivibilità e lo sviluppo economico.

Leave a Response