Versante jonico, si lavora per liberare le strade provinciali dalle frane causate dal maltempo di mercoledì scorso

Si lavora senza sosta per ripristinare la viabilità nell’hinterland jonico dopo il maltempo di mercoledì scorso. Mezzi della Provincia stanno provvedendo a sgomberare le arterie dal materiale franato sulle carreggiate, ma alcune criticità permangono. «Siamo intervenuti con i mezzi a nostra disposizione – spiega il consigliere provinciale Pippo Lombardo, presidente della III Commissione Viabilità – e con le ditte che hanno in appalto i contratti triennali di manutenzione sulle strade provinciali. Bisogna valutare bene, però, i costi di questi interventi – aggiunge Lombardo – perché non si possono prosciugare in una sola volta i fondi destinati a coprire tre annualità». Intanto, il quadro della situazione, a due giorni dal maltempo, appare ormai chiaro. A Santa Teresa Riva, all’altezza dell’abitato di Giardino, è stata riaperta la Sp 23. In quel tratto, il torrente Savoca in piena ha causato il crollo di un muro di contenimento portando via gran parte della carreggiata. Il transito è stato ripristinato, ma permane il divieto per i mezzi con peso superiore alle 3,5 tonnellate. Per mettere in sicurezza il tratto franato di Sp 23 si attende adesso l’intervento della Protezione civile, che nelle scorse settimane aveva già stanziato 140mila euro per intervenire nello stesso tratto. Particolare apprensione desta, inoltre, la situazione sulla Sp 19/B Misserio-Rimiti, dove il transito è stato interrotto per una frana all’altezza della abitato di Misitano (frazione di Casalvecchio). Per raggiungere il borgo occorre utilizzare una strada comunale alternativa che però risulta al momento poco praticabile. Fari puntati anche sulle condizioni della Sp 12 dove, poco prima dell’abitato di Scifì, è franata parte della carreggiata. I mezzi della Provincia sono intervenuti per i primi lavori di ripristino, ma bisognerà adesso valutare quali saranno gli interventi necessari per scongiurare la chiusura della strada. C’è preoccupazione, infine, a Mandanici per le condizione della Sp 25 che collega il centro collinare a Roccalumera. Sulla carreggiata, nei pressi dell’abitato di Pagliara, si è aperta una vistosa crepa che non lascia presagire nulla di buono. La situazione è monitorata costantemente.

Leave a Response