Letojanni. Mobilitato il gruppo Interforce di Protezione civile per l’emergenza del dopo nubifragio

LETOJANNI – Il gruppo Interforce di Protezione Civile del versante ionico messinese si è mobilitato per l’emergenza maltempo che mercoledì scorso ha causato ingenti danni in tutti i paesi dell’hinterland compreso tra Scaletta Zanclea, Letojanni, Taormina, Giardini Naxos, Francavilla Sicilia. Da ricordare le esondazioni dei torrenti Leto, Scoppo e Andreana a Letojanni, del Sirina, S. Giovanni, S. Venera e Fiume Alcantara a Giardini Naxos, che hanno causato danni ingenti e grande apprensione tra i residenti. Il Gruppo Interforce Jonica, coordinandosi con il Dipartimento regionale di Protezione Civile e i comuni di Giardini Naxos, Letojanni e Furci Siculo, ha attivato i propri “nuclei di valutazione” per effettuare una prima stima dei danni e delle emergenze. Il gruppo è intervenuto con le squadre di soccorso logistico e una squadra sanità che, grazie all’impiego di idrovore e altri strumenti in dotazione, ha proceduto allo svuotamento delle cantine e dei piani terra dando contestuale supporto alla popolazione. Nell’arco delle prime 24 ore, coordinati dal  dott. Alessandro D’Angelo (presidente del Gruppo Interforce di Protezione Civile della Jonica) sono entrati in azione circa quaranta volontari (Gruppo comunale di Protezione Civile di Giardini Naxos, delegazione di Letojanni dei Rangers International, Radio Valle Alcantara, Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni e Gruppo comunale di Furci Siculo), con quattro motopompe, autoveicoli per trasporto e supporto logistico e un’ambulanza.

Leave a Response