Letojanni. Si è chiuso il corso di formazione per i volontari del gruppo Interforce jonica

LETOJANNI – Si è concluso a Letojanni il corso di formazione organizzato per i volontari del Gruppo Interforce di Protezione Cìcivile della zona ionica messinese. Hanno partecipato il dott. Mario D’Agostino, assessore alla Cultura della Provincia regionale di Messina, il geom. Agatino Salvatore Bosco, presidente del consiglio comunale di Giardini Naxos, il cap. Vincenzo Muscatello, delegato di Protezione civile del Comitato provinciale di Messina della Croce Rossa Italiana, e le rappresentanze della Capitaneria di Porto di Messina, del Corpo della polizia municipale di Scaletta Zanclea, dell’Associazione per il supporto e la ricerca sull’Alzheimer e le demenze  e un nutrito pubblico. Erano presenti, inoltre, i referenti delle sette Associazioni aderenti al Gruppo Interforce Jonica: il dott. Alessandro D’Angelo (presidente del Gruppo Interforce di Protezione Civile della Jonica e delegato per la Misericordia di Messina), l’ing. Giuseppe Trimarchi (supervisore del Gruppo comunale di Protezione Civile di Giardini Naxos),  Carmelo Siligato (delegato per la Sezione di Taormina della Guardia Costiera volontaria), Antonio Riccobene (governatore della Misericordia “San Giuseppe” di Letojanni), Carmelo Scimone (presidente di Radio Valle Alcantara), Dario Santoro (presidente della delegazione di Letojanni dei Rangers International), e  Stefano Morales (coordinatore del Gruppo comunale di Furci Siculo).
Gli interventi sono stati moderati dal dott. Alessandro D’Angelo e dall’ing. Giuseppe Trimarchi. Ha aperto i lavori l’architetto Maria Paola D’Arrigo, restauratrice, che ha illustrato il delicato tema del recupero delle belle arti. A seguire, dopo l’intervento del dott. Francesco Spadaro, dirigente medico dell’Ospedale di Taormina, sulla “mitologia, storia e arte…i segreti della nostra terra”, ha avuto luogo un apprezzatissimo intermezzo musicale (“I suoni della terra – Arpe”) a cura del duo gemelle Palazzolo Sabrina & Simona. Ha proseguito i lavori l’architetto Grazia Rosa Cammaroto, responsabile del Servizio volontariato della sezione di Messina del Dipartimento regionale di Protezione Civile, che si è soffermata sul “Mondo del Volontariato, la sua Mission e il suo ruolo tra istituzioni e territorio”. La prof.ssa Melina Scarcella, presidente dell’Associazione “Amici della Natura Tarc”, ha illustrato il paesaggio e la natura della riviera jonica, approfondendo i particolari aspetti connessi con la tutela ambientale. Altra tematica delicata, quella relativa alla collaborazione fra il volontario di Protezione Civile e una struttura di salute mentale, è stata affidata al dott. Giuseppe Mento, neurologo al Policlinico di Messina, e al dott. Matteo Allone, psichiatra e dirigente responsabile del Centro diurno “Camelot” dell’ASP 5 di Messina. Il dott. Filippo Bellinghieri, primario di Anestesia, rianimazione e terapia del dolore dell’ospedale di Taormina, ringraziando per la possibilità avuta di relazionarsi con i volontari del Gruppo Interforce Jonica, ha sottolineato l’importanza del servizio per i sofferenti (“Spegni il dolore, accendi la vita! Il ruolo del volontario al servizio dei sofferenti”). Il Gruppo Interforce di Protezione civile della Jonica, attivo da diversi anni, ha quale fine principale il coordinamento delle organizzazioni aderenti nell’ambito delle attività di Protezione Civile, di salvaguardia dell’ambiente naturale e antropico e di tutela dei Beni culturali.

Leave a Response