Roccalumera. L’incontro all’antica filanda, coro di ”no” da politici e avvocati alla soppressione degli uffiici del giudice di Pace

ROCCALUMERA – Coro di ”no” alla ventilata soppressione degli uffici del giudice di pace ad Alì Terme e S. Teresa di Riva. Lo hanno detto il presidente dell’Ordine degli avvocati Francesco Marullo, il presidente dell’Unione della Valle del Nisi Lorenzo Grasso, il presidente dell’Unione Valle di Monte Scuderi Antonio Miceli, i sindaci di tutto il comprensorio e i consiglieri provinciali Matteo Francilia, Giuseppe Lombardo, Biagio Gugliotta e Lalla Parisi.  ”Il nostro è un territorio che abbraccia diciotto comuni, per un totale di 40 mila abitanti, per cui non possiamo essere decapitati dalla presenza degli uffici dei giudici di pace»,  ha evidenziato il sindaco di Roccalumera e presidente dell’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, avv. Gianni Miasi, aprendo i lavorii della manifestazione all’antica Filanda di Roccalumera. C’erano anche l’on. Franco Rinaldi, il presidente del Tribunale Pietro Arena, il giudice di pace Dino Calabrò, il presidente dell’Ordine degli avvocati Francesco Marullo,  numerosi sindaci e amministratori del comprensorio ionico. Sono intervenuti l’on. Rinaldi, il giudice Calabrò, il presidente del tribunale Arena, il presidente dell’Ordine degli avvocati Marullo, i sindaci Grasso,  
 

Leave a Response