Vocazione turistica, la Regione riconosce lo status ad altri 102 comuni. Otto del comprensorio jonico

S. Teresa di Riva, S. Alessio Siculo, Mandanici, Furci Siculo, Roccalumera, Alì Terme e Casalvecchio Siculo. Sono questi i comuni della zona jonica ad essere stati inseriti nel decreto integrativo di riconoscimento delle località a vocazione turistica, firmato ieri dall’assessore regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Daniele Tranchida. Agli 89 comuni già riconosciuti con il decreto del 16 febbraio 2011 ne sono stati aggiunti altri 102. Le località inserite – spiega una nota dell’assessorato al Turismo – hanno dimostrato di possedere i requisiti per potere accedere al riconoscimento. Il passaggio è importante perché tutti i 191 comuni inseriti in elenco potranno beneficiare delle linee di intervento previste dal Po-Fesr. Lo status di “comune a vocazione turistica”, infatti, rappresenta un elemento di premialità per ottenere i finanziamenti comunitari che saranno messi a bando per riqualificare e diversificare l’offerta turistica. I Comuni del comprensorio jonico già inseriti in elenco, con decreto dello scorso febbraio, erano Savoca e Forza D’Agro’. A S. Teresa di Riva la notizia è stata accolta con soddisfazione dal capogruppo consiliare di Fli, Roberto Moschella, che aveva “anticipato” la firma dell’assessore regionale: “Il nostro gruppo – ha dichiarato – continua a mantenere gli impegni presi con la cittadinanza”.

Leave a Response