Roccalumera. Debiti al Comune, il sindaco Miasi: ”Non abbiamo occultato nulla al Consiglio”

ROCCALUMERA – Il sindaco Gianni Miasi ha respinto al mittente le accuse legate ai «debiti milionari fuori bilancio» accumulati dal Comune e che – ad avviso della minoranza – sarebbero stati occultati al Consiglio comunale. «I consiglieri d’opposizione – esordisce il primo cittadino – hanno esposto civilmente le loro valutazioni su questa amministrazione, invitandola alle dimissioni. Rientra nei giochi della politica».
Il sindaco entra presto nel merito della questione: «Dallo scorso luglio – spiega – l’assessorato regionale alle Autonomie locali ha inviato un commissario per verificare se rispondesse al vero che erano stati occultati dei debiti. Il funzionario sta lavorando e, prima o poi, tirerà le conclusioni».
Viene, quindi, esposto il punto di vista dell’amministrazione. «Innanzitutto – sbotta Miasi – io e la mia Giunta non abbiamo occultato nulla al Consiglio, che ha approvato i bilanci senza commettere alcuna irregolarità. Ho ritenuto prioritario, a settembre 2009, prevenire il disastro che, tragicamente, qualche giorno dopo ha mietuto vittime a Scaletta e Giampilieri. Ho emanato tante ordinanze quante ne servivano per eseguire i lavori. Nessun imprenditore, tranne uno – incalza – ha presentato richiesta di pagamento: l’intesa era di attendere un contributo della Regione per ripianare tali debiti. Si è visto come sta andando a finire con gli imprenditori di Scaletta…».
«Posso affermare – chiosa Miasi – che tecnicamente non esistono debiti fuori bilancio: i debiti ci sono quando vi sono le fatture e le richieste di pagamento. Non ho mai detto menzogne né al Consiglio né ai cittadini. Ovviamente, dopo due anni, non si può più attendere e, quindi, nei mesi scorsi, ho tenuto una riunione con gli imprenditori valutando il percorso più veloce per pagarli. L’unica soluzione che a me sembra attuabile è quella di un mutuo. Era ovvio che se prima non si fosse approvato il bilancio di previsione (29 agosto 2011) non si poteva parlare di debiti fuori bilancio che vanno affrontati in sede di riequilibrio, ossia ora: ed è quello che stiamo proponendo al Consiglio».

Leave a Response