Risparmio energetico, Mandanici piccolo Comune all’avanguardia

MANDANICI – Un piccolo comune jonico all’avanguardia per quanto riguarda il risparmio energetico. L’obiettivo degli amministratori di Mandanici, la cittadina più a monte della Valle del Dinarini, non è più così lontano. Anzi. Mandanici ha raggiunto il cinquantacinquesimo posto nella graduatoria dei Comuni con popolazione inferiore ai cinquemila abitanti, redatta dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio, con proprio decreto, mercoledì scorso. Il paesino collinare ha raggiunto un punteggio di 79,4 figurando così tra quelli meritevoli di interesse per essere ammessi al finanziamento. E perché ciò avvenisse era necessario ottenere un punteggio pari o superiore a 60/ 100. Gli amministratori parlano di un risultato positivo che rappresenta per il giovane sindaco, Armando Carpo, e la sua amministrazione “la giusta ricompensa all’incessante impegno profuso”. Per la realizzazione dell’opera, in linea con gli obiettivi del Poi energia, è previsto un importo complessivo pari ad un milione e 337mila euro. Gli interventi saranno eseguiti a Badia, l’area a sud del centro abitato, in cui sorge l’antico monastero basiliano dedicato all’Annunziata. E sono tutti finalizzati a favorire la produzione di energia termica da fonti rinnovabili di alta e moderna tecnologia  e alla riduzione dei consumi. I particolari del progetto sono stati illustrati dal presidente del Consiglio, Anna Misi. Per la realizzazione dei lavori – esordisce – saranno utilizzati materiali ecocompatibili per l’edilizia e le tecnologie per eliminare l’umidità dalle pareti mediante deumidificazione elettrofisica attiva applicabile alle murature senza opere edili. Sempre all’interno del monastero – aggiunge il presidente del civico consesso – si procederà ad una efficiente ventilazione naturale degli ambienti e saranno creati filtri solari traspiranti per l’isolamento delle coperture. Verrà altresì sostituito l’impianto di illuminazione esistente interno ed esterno con impianto d’illuminazione a led ad alta efficienza energetica. E’ infine previsto – conclude Anna Misiti – un punto di ricarica per i veicoli elettrici”.

Leave a Response