Messina. L’on. Domenico Scilipoti rinviato a giudizio per falso e calunnia

MESSINA –  L’on. Domenico Scilipoti, leader del movimento di Responsabilità nazionale, è stato rinviato a giudizio dal gip di Messina, per i reati di falso e calunnia. La vicenda risale al 1991 ed è legata al progetto di un poliambulatorio medico a Terme Vigliatore commissionato all’ingegnere Carmelo Recupero dall’attuale parlamentare dei Responsabili. Il poliambulatorio non venne mai costruito ma il tecnico nel 2002 chiese che gli venisse corrisposta la propria parcella sulla base di un contratto firmato da Scilipoti, il quale sostenne, però, che quella firma non era sua perchè in quel periodo si trovava in Brasile per tenere un corso di formazione in agopuntura.
L’ingegner Carmelo Recupero avrebbe invece dimostrato che Scilipoti, ai tempi consigliere comunale di Terme Vigliatore, si trovava in paese. La prova sarebbe lo svolgimento, in quella data, di una seduta del Consiglio in cui Scilipoti prese parte. Il parlamentare dovrà comparire davanti al tribunale di Messina il prossimo 5 marzo.

 

Leave a Response