S. Teresa. Piano regolatore generale, l’ultimo intoppo si chiama “Vas”

S. TERESA – «L’Amministrazione comunale non è a conoscenza di alcun atto ufficiale sulla nomina di un commissario ad acta per il Prg». E’ quanto ha risposto in aula il sindaco Alberto Morabito all’interrogazione presentata dai gruppi d’opposizione Sicilia Vera e Fli. I due schieramenti, capeggiati da Fabio Palella e Roberto Moschella, avevano chiesto al primo cittadino e all’assessore all’Urbanistica, Natale Rigano, «se agli atti del Comune risulta la nomina di un commissario ad acta per gli adempimenti sul Prg».
La risposta è arrivata nell’ultima seduta di Consiglio, quando Morabito e Rigano – intervenuti per replicare all’interrogazione – hanno fatto il punto sull’iter del Prg. La notizia della nomina di un commissario si era sparsa all’inizio dello scorso agosto, subito dopo una telefonata giunta in Municipio con cui un tecnico dell’assessorato regionale al Territorio e Ambiente annunciava il suo prossimo insediamento come commissario per l’adozione del Prg.
Da allora più nulla. Probabilmente, le indicazioni fornite dall’Utc circa l’ormai prossima presentazione in Consiglio comunale dello strumento urbanistico avevano fatto desistere la Regione dall’inviare un proprio funzionario. Del resto, la notizia del possibile commissariamento aveva colto di sorpresa l’Amministrazione comunale anche perché il Prg, dopo trent’anni d’attesa, sembrerebbe ormai in dirittura d’arrivo. I progettisti l’avevano ormai ultimato ed erano pronti a consegnarlo quando, però, è arrivata l’ennesima richiesta di integrazione. Manca – in base a una circolare dello scorso 5 agosto – la cosiddetta Vas (Valutazione ambientale strategica), che in un primo tempo sembrava non fosse necessaria. «La procedura è già stata avviata – ha spiegato il sindaco Morabito al Consiglio – e speriamo di riuscire a ottenere la Vas al più presto».
Riguardo all’iter, il primo cittadino ha aggiunto che i progettisti sono rimasti sempre in contatto con i funzionari regionali proprio per evitare passi falsi.

Leave a Response