Forza d’Agrò. Finanziato il progetto per il servizio civile in favore degli anziani

FORZA D’AGRO’ – Un nuovo progetto destinato gli anziani di Forza d’Agrò. Dopo il bando per gli “over 60” (che saranno impiegati in attività di pubblica utilità), il vice sindaco e assessore ai Servizi sociali, Massimo Cacopardo, ha annunciato il finanziamento, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del progetto di servizio civile nazionale. “Insieme per” – questo il titolo dell’iniziativa – è rivolto a giovani che al momento della data di scadenza del bando (21 ottobre 2011) abbiano compiuto il 18° anno di età e non superato il 28°. I giovani saranno impegnati per un periodo di 12 mesi (per trenta ore settimanali) e riceveranno un trattamento economico pari a 433,80 euro al mese. “Obiettivo prioritario del progetto – ha spiegato l’assessore Cacopardo – è quello di permettere un’offerta differenziata di servizi e interventi a supporto degli anziani e delle loro famiglie, a partire da una infrastrutturazione minima dei servizi di assistenza domiciliare e del centro di aggregazione, che spontaneamente si sviluppa negli ambienti della parrocchia, al fine di garantire livelli essenziali di assistenza, fino alla promozione di interventi di inclusione sociale”.
Per realizzare un efficace sistema di offerta, e garantire pari opportunità di accesso ai servizi, l’Amministrazione comunale ha voluto innanzitutto promuovere il principio “della presa in carico” degli anziani, attraverso l’individuazione, la valutazione, la definizione di progetti personalizzati, informatizzazione e monitoraggio degli stessi. Le istanze per partecipare al servizio civile devono pervenire esclusivamente nella sede del Comune di Forza d’Agrò entro e non oltre le ore 14 del 21 ottobre 2011. Per informazioni e ritiro modello istanza rivolgersi agli uffici dei Servizi Sociali oppure consultare il sito web comunale. Il sindaco, Fabio Di Cara ha esternato “piena soddisfazione per un altro obiettivo raggiunto tra quelli prefissati alla vigilia della campagna elettorale”.

Leave a Response