Scaletta. Sp 31 a rischio frane, chiesto l’intervento del presidente della Provincia Ricevuto

SCALETTA – Ad ormai quasi due anni dalla tragica alluvione del 1. ottobre 2009, la Sp 31 che collega Scaletta alla frazione di Guidomandri superiore non è stata ancora messa in sicurezza. Il consigliere provinciale Matteo Francilia, capogruppo dell’Udc–Centro con D’Alia, ha inviato una nota urgente al presidente della Provincia, Nanni Ricevuto, all’assessore ai Lavori pubblici Lino Monea ed al dirigente dell’ufficio tecnico Giuseppe Celi. Francilia ha messo in evidenza il fatto che, nonostante i continui solleciti in cui venivano segnalate le criticità presenti lungo l’arteria (come l’esistenza di un muro lesionato), “ad oggi poco o nulla sia stato fatto”. “Il 3 febbraio scorso – ha detto Francilia – lo stesso muro è in parte crollato provocando la caduta di detriti a ridosso della chiesa Madonna delle Grazie”. Il capogruppo dell’Udc ha messo, inoltre, in evidenza che sempre sulla Sp 31 insiste un altro muro pericolante “che, se dovesse cedere, provocherebbe l’isolamento della frazione”. “Ritengo sia vergognoso – ha aggiunto Francilia – che nel Piano degli interventi strutturali e non strutturali della provincia di Messina, redatto dal Dipartimento regionale della Protezione civile, non sia previsto alcun intervento in priorità 1 per la messa in sicurezza di questa strada”. Francilia ha chiesto a Ricevuto di intervenire con forza presso gli organi della Protezione civile regionale.

Leave a Response