Messina. Censimento, avviati i corsi di formazione

MESSINA – E’ iniziato questa mattina a Palazzo Zanca, sede del comune di Messina, il corso di formazione per i coordinatori del censimento, con un primo modulo che durerà tre giorni, destinato ai sette Comuni più grandi della Provincia cui ne seguirà un secondo da mercoledì prossimo, per il resto dei Comuni. Il corso che è destinato a formare i coordinatori che, a loro volta istruiranno i rilevatori e gli operatori addetti alle operazioni censuarie, è tenuto dalla responsabile dell’Istat regionale, Amalia Mirto, e dalle coordinatrici provinciali Natalia Ruggeri e Maria Gabriella Ciriago. A livello provinciale, nelle Prefetture, sono stati costituiti gli Uffici Provinciali di Censimento con il compito di vigilare sul corretto svolgimento delle operazioni censuarie e assistere gli Uffici Comunali di Censimento nella soluzione di eventi imprevisti o eccezionali. A livello locale, invece, ciascun Comune costituisce l’Ufficio Comunale di Censimento, cui fanno capo i rilevatori e gli eventuali coordinatori, con il compito di effettuare la rilevazione sul campo secondo le modalità stabilite dall’Istat mediante il Piano generale di Censimento, le circolari ed il Manuale della rilevazione. E’ partito intanto ieri, con la distribuzione dei primi questionari, il 15esimo censimento generale della popolazione e delle abitazioni in Italia nel 2011. Il recapito dei moduli a circa 25 milioni di famiglie, attraverso il servizio postale, proseguirà in tutta Italia fino al 22 ottobre, ma la restituzione dei documenti potrà avvenire solo a partire dal 9 ottobre via Internet, uffici postali o attraverso i centri di raccolta allestiti nei Comuni. Dal 21 novembre inizierà poi la rilevazione sul campo a cura degli uffici comunali del censimento: fino al 29 febbraio 2012, circa 60mila addetti recupereranno i questionari non ancora restituiti e rileveranno le famiglie non presenti nelle liste anagrafiche. Ai rilevatori anche il compito di annotare le convivenze (ospedali, alberghi, conventi), le abitazioni non occupate e gli edifici. Le operazioni si concluderanno entro il 31 dicembre per i Comuni con meno di 20mila abitanti, entro il 31 gennaio 2012 per quelli con una popolazione compresa tra 20mila e 150mila abitanti, mentre per quelli con più di 150mila abitanti le operazioni termineranno entro il 29 febbraio del prossimo anno. Il 31 marzo 2012 l’Istat diffonderà i primi risultati provvisori per Provincia e Comune, mentre la popolazione legale sarà disponibile entro il 31 dicembre 2012.

Leave a Response