S. Teresa. Scalo ferroviario, ancora lavori notturni. Disagi sino a venerdì

S. TERESA – Ancora qualche giorno di pazienza. Poi i residenti di via Roma e della abitazioni limitrofe alla stazione ferroviaria potranno tornare a dormire serenamente, senza il rischio di essere svegliati in piena notte per i lavori nello scalo ferroviario. Come spesso è accaduto negli ultimi mesi. Una situazione che tante proteste aveva creato fino alla clamorosa decisione del sindaco Alberto Morabito di vietare con un’ordinanza lo svolgimento dei lavori notturni nello scalo, che sorge proprio in pieno centro, tra decine di abitazioni. Ne era nato un serrato confronto con Rfi che aveva portato le parti ad assumere posizioni  più “morbide” sulla vicenda. Il sindaco aveva revocato l’ordinanza, Rfi si era impegnata a far effettuare i lavori nel più breve tempo possibile e cercando di ridurre i rumori prodotti dal cantiere. Del resto le alternative erano davvero poche. I lavori nello scalo sono necessari per ammodernare la linea ferroviaria e possono essere effettuati solo di notte, quando il transito dei treni viene interrotto. Le ultime notizie fissano adesso la conclusione dei lavori al prossimo venerdì. Lo ha reso noto il sindaco Alberto Morabito. Il primo cittadino, con una nota, ha comunicato la ditta “Coimel Impianti”, per conto di Rete Ferroviaria Italiana, sta effettuando nell’ambito della stazione di S. Teresa di Riva dei lavori per la realizzazione di nuovi cunicoli per il passaggio di cavi. Il lavori – ha spiegato Morabito – sono iniziati ieri e proseguiranno sino al prossimo 2 settembre. Dovranno essere effettuati nelle ore notturne, dalle 23 alle 5 del mattino, ma Rfi ci ha garantito l’accortezza di limitare al minimo il disturbo della quiete pubblica”. Certo trattandosi di lavori di scavo possiamo immaginare che per i residente saranno notti insonni. Ma di alternative, come spiegato, non ce ne sono. Ci vuole pazienza. Con l’auspicio che si tratti davvero degli ultimi interventi .

Leave a Response