Savoca. Riqualificazione del palazzetto dello sport, “Subito un primo stralcio di lavori”

SAVOCA – Un primo stralcio di lavori subito, poi si penserà al reperimento dei fondi mancanti. I consiglieri provinciali Matteo Francilia, Nino Muscarello (Udc) e Lalla Parisi (Pdl) dettano i tempi sulla riqualificazione del palazzetto dello sport di Savoca. I tre hanno voluto fare chiarezza sulla vicenda dopo la denuncia del consigliere di “Sicilia Vera” Pippo Lombardo che aveva scoperto l’assenza nel Bilancio di previsione 2011 della Provincia dell’annunciato mutuo per completare gli interventi a Savoca. Muscarello, Francilia e Parisi hanno incontrato il responsabile all’edilizia e patrimonio, arch. Vincenzo Gitto, il quale ha spiegato che nel Bilancio sono disponibili, quali somme residue, 833mila euro. “Con questa cifra – hanno spiegato i tre – così come da accordi presi nella riunione tenutasi in passato nel Comune di Savoca, si è proceduti alla elaborazione dell’adeguamento strutturale e dell’adeguamento tecnologico. Il tutto per realizzare quel primo lotto funzionale che è possibile avviare nel più breve tempo possibile con le somme già disponibili. Da pochi giorni – aggiungono i tre consigliere – sono stati consegnati gli elaborati tecnici, manca quindi a questo punto soltanto la progettazione definitiva, ed al riguardo gli uffici sostengono che nel breve periodo anche questo ultimo elaborato sarà consegnato”. Successivamente bisognerà reperire altri 600mila euro per il completamento della struttura che diventerà un’arena multifunzionale all’aperto. “Per il reperimento di tali fondi – concludono i tre – valuteremo le modalità di finanziamento che potrebbero non necessariamente essere riferite solo alla tipologia del mutuo. In ogni caso se sarà necessario siamo già pronti ad elaborare un emendamento al bilancio di previsione per l’eventuale attivazione di un mutuo affinché venga completata definitivamente  l’opera”. Emendamento che potrebbe essere presentato anche per il nuovo plesso del Liceo Scientifico di Santa Teresa di Riva. “Anche in questo caso – concludono i tre – non faremo sconti a nessuno”.

Leave a Response