S. Teresa, sul Piano regolatore generale aleggia l’ombra del commissario

S. TERESA. L’ombra del commissario sul Prg della cittadina jonica. La notizia del possibile arrivo di un funzionario regionale si è diffusa ieri mattina in paese. A lui toccherebbe il compito di accelerare l’iter per l’approvazione dell’importante strumento urbanistico, atteso ormai da oltre trent’anni. Dal Comune fanno sapere che  non è giunta nessuna comunicazione ufficiale in merito per cui, fino a prova contraria, si proseguirà nell’iter attualmente in corso e che dovrebbe portare, subito dopo l’estate, il Prg all’esame del Consiglio. Secondo indiscrezioni, però, ci sarebbe già stata una telefonata informale da parte di un funzionario dell’assessorato al Territorio e Ambiente per concordare i tempi del suo insediamento. Telefonata che farebbe seguito ad una serie di diffide inviate al Comune. Se la notizia corrisponde al vero lo si capirà solo nei prossimi giorni. Ma l’arrivo di un commissario potrebbe essere solo rimandato. L’intervento di una figura super partes potrebbe rendersi infatti necessario qualora la maggioranza dei consiglieri fosse incompatibile, per questioni personali, con l’approvazione del Prg. Ipotesi certo non remota e che paradossalmente gioverebbe all’Amministrazione, come è noto rimasta priva della maggioranza consiliare. Il commissario potrebbe infatti sottrarre il Prg al quasi certo “fuoco” di emendamenti presentati dai consiglieri contrari al sindaco Morabito.

Leave a Response