Taormina. Al via stasera il Festival internazionale delle orchestre a plettro

Taormina. Il Festival internazionale delle orchestre a plettro, dopo la serata di inaugurazione sabato 23 luglio, entrerà nel vivo domenica 24, alle 21.30, al Teatro Antico. Una serata tutta da “gustare”, visto che, ad aprire le danze, ci penserà l’Orchestra a plettro Città di Taormina, che quest’anno festeggia 100 anni dalla fondazione. I musicisti diretti da Antonino Pellitteri eseguiranno la Cavalleria Rusticana (Preludio e Siciliana) di Mascagni e Rapsodia Siciliana di Calì. A seguire, sul palco dell’antica cavea salirà la Het Consort di Zwolle (Olanda) diretta da Alex Timmerman. Questo il programma: Palladio (Jenkins), Concerto in one movement, op. 155 (Calace), The song of the Japanese Autumn (Kuwahara), Invierno Porteno (Piazzolla) e La Muerte del Angel (Piazzolla). La Estudiantina la Napolitaine con il maestro Ralf Leenen, ha in programma: Le Saltimbanques (Ganne), L’Estate concerto in Sol minore, Rv315 (Vivaldi), Le Cygne (Saint-Saens) e Die Fledermaus (Strauss). In conclusione, l’Ars Tunae di Barcellona (Spagna), eseguirà: Espana Cani (Marquina), La Morena de la copla (Castellanos), El Relicario (Padilla), Ojos de Espana (Kaempfert), La mesonera de Tordesillas (Moreno Torroba), M Dolores (Morcillo), La vida es bella (Piovani), Habanera de Carmen (Bizet) e Granada (Lara). “Il Festival internazionale delle orchestre a plettro – ha spiegato Elisabetta Monaco, presidente dell’Associazione musicale taorminese – ha preso spunto dallo scambio culturale avvenuto lo scorso anno tra l’orchesta a plettro città di Taormina e l’Ars Tunae di Barcellona. Abbiamo così deciso di estendere l’invito alle più importanti orchestre a plettro europee e così, quest’anno, abbiamo dato vita a questa manifestazione di alto livello culturale”. A condurre la serata del 24 luglio, sarà Daniela Di Leo.

Leave a Response