S. Teresa. Strada per le cooperative, avviate le procedure di esproprio dei terreni

S. TERESA – La Giunta ha approvato il progetto esecutivo dei lavori di “Realizzazione di una strada di accesso ai complessi edilizi Massarenti e Moira” ma per i residenti, che attendono da anni l’ampliamento dell’arteria, non è ancora tempo di cantare vittoria. Tra l’approvazione del progetto e l’esecuzione dei lavori, infatti, c’è da superare ancora lo scoglio degli espropri. Il primo passo è stato comunque compiuto. Ed è un passo importante perché, assieme all’approvazione del progetto, la Giunta ha dichiarato anche la pubblica utilità dell’opera, stato che avvia le procedure di esproprio dei terreni e di un rudere posto all’incrocio con il Corso Regina Margherita. Le offerte di esproprio, che prevedono un costo di 250mila euro circa, saranno adesso comunicate ai proprietari che dovranno decidere se opporsi o accettare. Ad ogni modo, l’Amministrazione del sindaco Morabito è intenzionata ad andare avanti secondo un crono programma ben definito. “Le procedure di esproprio – spiega il vice presidente del Consiglio comunale David Trimarchi – saranno completate entro il 31 dicembre. Dal 2 gennaio quindi, una volta entrati in possesso dei terreni e della casa da demolire, saremo pronti ad iniziare i lavori per i quali abbiamo destinato 437mila euro”. L’augurio è che sia davvero così. L’allargamento della strada è ormai un’opera non più rinviabile. Ne va della sicurezza di tantissime persone.

Leave a Response