Roccalumera. Aumento della Tarsu, il consigliere provinciale Lombardo: “Responsabilità non solo dell’Ato”

ROCCALUMERA – Il consigliere provinciale Pippo Lombardo è intervenuto sulla querelle che vede contrapposti l’Ato Me 4 e il Comune di Roccalumera, dopo l’annuncio del sindaco Gianni Miasi di voler lasciare la società d’ambito per uno spropositato aumento dei costi. “Che il sistema della gestione dei rifiuti in Sicilia non abbia prodotto il miglioramento dei servizi – dice Lombardo – ma solo l’aumento dei costi, è un fatto che nessuno può negare. Ma è anche  vero che questo impazzimento del sistema è stato determinato da chi doveva controllare. Il caso di Roccalumera – aggiunge Lombardo – è emblematico di come si voglia addossare ad altri la responsabilità dell’aumento della Tarsu: basta leggere il resoconto dell’assemblea dei soci dell’Ato 4 dello scorso 28 aprile, nella quale si è approvato sia il budget di spesa del 2011 e sia il criterio di ripartizione della spesa fra i comuni destinatari del servizio. Roccalumera ha votato favorevolmente, determinando l’aumento del costo del servizio, rispetto al 2010, di circa 65mila euro. Tutto il resto è demagogia”.

Leave a Response