Giardini. Domani davanti al Gip il capogruppo consiliare del Pdl Sterrantino arrestato per concussione

GIARDINI – Il capogruppo del Pdl  al Consiglio comunale di Giardini Naxos, Salvatore Sterrantino, 54 anni, sarà interrogato domani dal Gip Antonino Genovese alla presenza del suo difensore, l’avvocato Giovanbattista Freni, e del sostituto procuratore Fabrizio Monaco, titolare dell’indagine. Sterrantino è stato arrestato ieri con l’accusa di concussione con l’aggravante che avrebbe favorito una associazione mafiosa etnea. Il giudice deciderà se scarcerare l’esponente politico o convalidare l’arresto. Arresto che  è giunto al termine di una complessa operazione dei carabinieri della Compagnia di Taormina che hanno lavorato tutta la notte, tra martedì e mercoledì. Al centro di tutto un’inchiesta gestita dal sostituto della Distrettuale antimafia di Messina Fabio D’Anna e dal collega della Procura ordinaria peloritana Fabrizio Monaco, su una presunta storia di “dazioni ambientali” da parte di un imprenditore etneo al capogruppo del Pdl, che sarebbe andata avanti da diversi mesi e che vedrebbe al centro proprio Sterrantino. Ieri mattina i due magistrati della Procura di Messina dopo aver ricevuto i primi atti dell’operazione dei carabinieri, hanno trasmesso la documentazione al gip di turno del Tribunale di Messina, Antonino Genovese, che domani interrogherà l’uomo per sentire la sua versione dei fatti. La vicenda è comunque ancora da chiarire in tutti i suoi contorni. A quanto pare i carabinieri erano da parecchio tempo sulla “scia” di Sterrantino. E l’altra notte secondo una prima ricostruzione dei fatti i militari hanno proceduto ad un arresto in flagranza mentre Sterrantino stava “recependo”   circa 2.000 euro da parte di un imprenditore etneo, un costruttore che da tempo sarebbe stato vessato dall’esponente politico, il quale – secondo l’accusa – avrebbe usufruito del supporto – ed ecco l’aggravante contestata – di un “rappresentante” della mafia catanese. Proprio il costruttore avrebbe denunciato tutto stanco di subire ricatti, facendo scattare l’indagine dei carabinieri. Al centro, ma ancora è da chiarire definitivamente anche questo aspetto della vicenda, ci sarebbe un appalto per l’esecuzione di una serie lavori al cimitero di Giardini Naxos che l’impresa etnea si sarebbe aggiudicata tempo addietro. Sterrantino è un politico di lungo corso nella zona ionica, attivo sin dagli anni ’90. A Giardini è stato tra l’altro assessore comunale e anche presidente del consiglio comunale. Adesso, dopo le amministrative dello scorso anno, ricopriva la carica di capogruppo del Pdl in consiglio comunale.

Leave a Response