S Teresa. Unione Valli Joniche, al via il primo servizio in… comune

S. TERESA DI RIVA – Due macchine traccialinee per la segnaletica stradale: parte da qui l’epoca dei servizi comuni all’Unione delle Valli joniche dei Peloritani. Due macchine acquistata di recente e messe a disposizione dei centri che fanno parte dell’Ente sovra comunale. Una si trova a Roccalumera, l’altra a S. Alessio Siculo. La prima servirà anche i Comuni di Pagliara, Mandanici e Furci; l’altra anche S. Teresa di Riva, Savoca, Antillo, Casalvecchio, Limina, Roccafiorita e Forza d’Agrò. La Giunta dell’Unione ha redatto un regolamento per l’utilizzo, che consente ai Comuni di utilizzare la macchina traccialinee con la sola spesa della vernice e l’utilizzo di personale proprio. “Ciò – spiega il presidente dell’Unione, Gianni Miasi – rappresenta un indubbio risparmio per le amministrazioni comunali che adesso possono provvedere alla segnaletica nelle strade dei propri paesi evitando salassi economici non più sostenibili”. Lo stesso presidente Miasi si è detto “molto contento della decisione assunta assieme ai colleghi della Giunta e che rappresenta il primo concreto avvio per l’utilizzo in comune di attrezzature e servizi. Questa – prosegue – è la strada da seguire se vogliamo sopravvivere come Enti locali e continuare a mantenere la nostra autonomia. A settembre – annuncia inoltre Miasi – partirà lo Sportello unico delle Attività produttive dell’Unione. Tale sportello sostituisce quelli comunali con l’indubbio vantaggio per gli stessi comuni e per gli imprenditori i quali avranno un’interlocuzione certa con specialisti di provata esperienza”. Il presidente parla infine delle prossime iniziative, relative al servizio unico dei revisori dei conti dell’Unione e ai nuclei di valutazione che saranno al servizio di tutti i comuni dell’Unione “con un’ulteriore risparmio economico. Adesso l’obiettivo – conclude il presidente Miasi – è quello di fare partire per l’1 gennaio 2012 in via sperimentale il servizio paghe, stipendi e personale di tutti i dipendenti dei comuni dell’Unione. Tale servizio verrà ubicato nella sede dell’Unione dei comuni e dopo un anno di sperimentazione entrerà a regime”.

Leave a Response