Taormina, architetti in erba all’Istituto comprensivo 2 di Trappitello

Taormina – Gli alunni dell’”Istituto comprensivo 2” di Trappitello hanno progettato la loro scuola ideale. Lo hanno fatto studiando le prime nozioni del Cad (progettazione assistita dal computer). I ragazzi, a conclusione di uno speciale laboratorio di studio del Ministero dell’Istruzione, denominato “Disegnare con il Cad 2”, di cui è stato tutor l’insegnante, Felice Lombardo ed esperto l’architetto Gaetana La Maestra, hanno assemblato gli schemi distributivi di un edificio scolastico, avvalendosi di un repertorio iconografico, acquisito dal web. I disegni sono stati adattati, poi, alle esigenze specifiche della realtà locale, l’”Istituto comprensivo 2” di Taormina – Trappitello, che accorpa la scuola primaria e secondaria di primo grado, quest’ultima con sezioni ad indirizzo musicale. Gli elaborati grafici mostrano la pianta dell’edificio scolastico, articolata in due blocchi che si sviluppano attorno a due ampi cortili e un porticato centrale, con aggregato palazzetto dello sport polifunzionale, verde attrezzato di pertinenza, ampi parcheggi, viabilità e arredi. Le altre piante ideate entrano, invece, nel dettaglio del piano d’intervento. Il progetto è stato presentato agli amministratori locali anche per sensibilizzare al problema della mancanza di una scuola dotata di palestra nella frazione taorminese. Allo stato attuale delle cose le aule sono ospitate in due plessi, una struttura moderna, presa in affitto ed il plesso di via S. Filomena di proprietà della casa municipale. Hanno preso parte all’iniziativa il vice sindaco, Pippo Calabrò e l’assessore alla Cultura, Antonella Garipoli. Quest’ultima ha apprezzato la proposta poiché svolge, nella vita comune, la professione, appunto, di architetto. I due amministratori hanno recepito la sottile richiesta ed hanno promesso di trasferire la proposta a tutta l’amministrazione attiva taorminese che dovrà cercare di trovare, adesso, una soluzione per avviare la realizzazione di un plesso scolastico unico nella popolosa frazione. Un momento propositivo, dunque, che è scaturito da questo laboratorio tra i tanti che, attualmente, si stanno svolgendo nell’istituto coordinato dal dirigente, Santi Albano. Nel corso dell’iniziativa, infatti, sono stati presentati i risultati di tanti altri laboratori che hanno visto l’impegno, nel complesso, di tanti insegnanti ed esperti come ad esempio: Giovanna Sterrantino, Giuseppe Mantarro, Pierina De Muro, Ivan Lo Giudice, Cettina Vinciguerra, Maria Franca Costanzo, Stefania Camarda, Andrea Lo Presti, Giovanni Crimi, Fabio Crimi, Lucia Casella, Anna Maria Rizzo, Annamaria D’Agostino, Ambra Lo Turco, Marcella Siligato, Graziella Falciglia, Rosaria Pidoto e Violetta Francese, Vito De Salvo e Daniele Greco. Progetti di formazione questi che hanno interessato i più svariati campi e che sono stati intitolati nell’ordine: “Preveniamo il disagio”, “Mille voci una voce”, “Impariamo con le Lim”, “Corpore sano”, “Ricicliamo ad arte”, “A passo di danza”, “Miniguide”, “Alla scoperta del nostro territorio”, “Dal folklore alla tarantella”. 

Leave a Response