Roccalumera. Cassonetti svuotati in ritardo, polemica tra la minoranza e il sindaco Miasi

ROCCALUMERA – Cassonetti stracolmi di spazzatura questa mattina a Roccalumera. Solo nel pomeriggio la situazione è tornata alla normalità quando i contenitori sono stati svuotati. Ma l’episodio non è passato inosservato e la minoranza, nel giro di poche ore, ha emesso un duro comunicato contro l’Amministrazione comunale. “I cittadini, i commercianti, gli artigiani, gli operatori del settore turistico – ha dichiarato il capogruppo Campagna – non possono assistere al deprecabile spettacolo di vedere le strade invase dalla spazzatura proprio all’inizio della stagione estiva. I nostri concittadini non lo meritano”. “Il Comune di Roccalumera non paga più il servizio fin dallo scorso mese di novembre – hanno aggiunto i consiglieri di minoranza Basile, Cisca, Maccarrone, Spadaro, Vadalà ed il vice presidente del civico consesso, Fleres, – “tanto che l’Ato è stata costretta a richiedere alla Regione il commissariamento del Comune nonostante lo stesso Comune abbia già ricevuto una anticipazione straordinaria dalla Regione che graverà su tutta la cittadinanza aggravando ancor di più le condizioni delle ormai indebitate casse comunali”. La replica di Miasi non s’è fatta attendere: “Si è trattato di un disservizio legato ad un problema di natura tecnica – ha spiegato il sindaco – capitato alla ditta che effettua lo svuotamento dei cassonetti. Problema rientrato in tarda mattinata quando la raccolta della spazzatura è ripresa regolarmente. La minoranza, ancora una volta – ha tagliato corto Miasi -, non ha perso l’occasione di fare inutile polemica”. Il disservizio ha interessato anche il vicino Comune di Nizza.

Leave a Response