Taormina. “Il 118 in Sicilia: un modello per l’Italia”, convegno nazionale al Palazzo Duchi di S. Stefano

TAORMINA – “Il 118 in Sicilia: un modello per l’Italia. Dal Piano di rientro al riordino del sistema, un percorso di riorganizzazione del servizio di urgenza-emergenza Il convegno di Taormina, che si terrà il prossimo 6 giugno alle 9 al Palazzo Duchi di S. Stefano, vuole aprire una riflessione sul Piano di Rientro e le conseguenze sul Ssr siciliano in termini di riduzione della spesa, ma, soprattutto, per le ricadute sul riordino del servizio di emergenza e urgenza. Si analizzerà il percorso di interventi, che ha visto in prima linea lo Smi, che sta consentendo in Sicilia di centrare gli obiettivi di riduzione dei costi, garantendo però l’aumento delle ambulanze medicalizzate e quindi la qualità del servizio per i cittadini. Tutto ciò grazie all’impiego del personale medico al quale è stato  garantito  un ruolo attivo nella gestione del sistema. In alcune province siciliane la nuova organizzazione è già funzionante e si profila come modello di riferimento per il resto d’Italia. Il dibattito sarà anche un’occasione per presentare le proposte dello Smi su questa importante area della sanità pubblica, anche prendendo spunto dalle conclusioni dell’indagine conoscitiva su questo settore, recentemente pubblicate dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato. Rimangono, infatti, ancora aperte molte questioni. Tra queste: il necessario passaggio alla dirigenza di molti medici del settore, che lavorano, da anni, in rapporto di convenzione, fianco a fianco ad altri che invece sono già inquadrati come dipendenti. Da approfondire, inoltre, il nodo della formazione, sia come formazione continua (in termini di aggiornamento), sia in rapporto alle future figure professionali che provengono dalle neonate Scuole di Specializzazione.
 

Leave a Response