Taormina. Il Comune ha registrato i marchi della nascitura ”gaming hall” per evitare che altri possano sfruttare il nome della città

TAORMINA – Il Comune taorminese ha registrato i marchi della  nascitura “gaming hall”, il casinò virtuale che Taormina ha in programma di allestire. Come si ricorderà la “Città del Centauro” è tra il comuni capofila di un progetto a livello nazionale realizzato in collaborazione con l’Anit (Associazione nazionale per l’incremento turistico). Si tratta di sfruttare la nuova normativa vigente che prevede la realizzazione di sale giochi nelle quali vengono collocate slot e roulette ed altri intrattenimenti interamente computerizzati. Taormina, comunque, non ha abbandonato la battaglia relativa all’apertura del casinò quello dove si trovavano tavoli verdi e roulette tradizionali come quelli ospitati un tempo nella mitica villa Mon Repos. In questo caso si sta cercando di arrivare ad una legge specifica che il disciplini l’istituzione delle case da gioco. Per quanto riguarda l’immediato e cioè la realizzazione del casinò virtuale, Taormina ha effettuato, adesso, un’azione propedeutica all’apertura della struttura più moderna. Presso la Camera di Commercio di Messina, infatti, sono stati depositati sei marchi. Sullo sfondo della “Centauressa”, tradizionale simbolo di Taormina, sono state registrate le seguenti diciture: “Casinò Taormina”, “Kursaal Taormina”, “Kursaal Città di Taormina”, “Gaming hall Taormina”, “Gaming Hall città di Taormina”, “Casinò Città di Taormina”. Un’azione questa che fa percepire come il progetto stia andando avanti. “Abbiamo registrato i marchi – ha spiegato il sindaco, Mauro Passalacqua – perché non vorremmo che altri possano sfruttare il nome di Taormina in progetti similari. La realizzazione dei nostri intenti si sta allungando solo per questioni meramente burocratiche ma stiamo ugualmente

Leave a Response