Taormina. Parcheggi auto all’ospedale ”S. Vincenzo”, fissati due incontri tra sindaco e Asp

TAORMINA –  Fissate le date per definire la questione relativa ai parcheggi all’ospedale “S. Vincenzo”. “Continuo a ribadire – ha detto il sindaco, Mauro Passalacqua – che la questione dei parcheggi a pagamento del complesso sanitario riguarda esclusivamente l’Asp. In ogni caso ho sollecitato un incontro con i vertici dell’Azienda sanitaria per affrontare la questione ed eventualmente intervenire per quanto di nostra competenza”. Un primo sopralluogo alla presenza del direttore amministrativo dell’Asp, Marco Restuccia, è stato fissato per martedì. Un altro appuntamento è stato invece indetto, venerdì, con i vertici dell’Asp e precisamente con il direttore generale dell’Azienda sanitaria, Salvatore Emanuele Giuffrida. Andata a buon fine, dunque, la richiesta di affrontare il problema avviata dal primo cittadino. Come si ricorderà, la polemica è scoppiata perché, a seguito di un recente affidamento della gestione delle zone a pagamento, pochi sarebbero i posti da destinare ai lavoratori, specialmente quelli a tempo determinato. La gara d’appalto ha indicato per gli operatori, però, solo 147 posti, a fronte di un movimento di lavoratori certamente più grande. Una delle soluzioni avviate in passato era quella dell’utilizzo da parte dell’Asm del parcheggio della stazione ferroviaria collegato all’ospedale con un bus navetta. Se questo sistema dovesse essere attivato si potrebbe pensare anche alla messa in sicurezza di un parcheggio ubicato a Villagonia che amplierebbe il numero dei posti auto disponibili. Al contempo si cercherà, in attesa di soluzioni operative, di evitare di elevare multe ai danni di pazienti e parenti in visita. E’ risaputo, infine, che sempre l’Azienda sta cercando di reperire altri posti auto vicini al complesso diventato punto di riferimento della sanità della fascia jonica. Si tratta dell’acquisizione di un’area che potrebbe essere adibita a parcheggio. Si parla anche di rispolverare la proposta del consigliere comunale, Agostino Di Pietro, che tempo addietro aveva ipotizzato la realizzazione di aree di sosta sull’alveo del torrente Sirina che scorre lungo l’area del complesso sanitario. Insomma la questione è tornata prepotentemente di attualità dopo una gara d’appalto, che allo stato attuale delle cose, sembra andare verso un perfezionamento allo scopo di venire incontro alle esigenze dell’utenza.

Leave a Response