Taormina. Controllo del territorio dei carabinieri, un arresto e 8 denunce

TAORMINA – Nel fine settimana appena trascorso i Carabinieri della Compagnia di Taormina, nell’ambito una campagna per la prevenzione e la repressione dei reati, hanno attuato molteplici e diversificati servizi per il contrasto dei reati contro il patrimonio e la persona e per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti.
Nel corso delle attività espletate dai Carabinieri, che hanno tra l’altro eseguito diverse perquisizioni personali e veicolari, è statA arresta una persona ritenuta responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti. A finire in carcere Andrea Bifulco, 31 anni, originario della provincia di Verona, in esecuzione di un provvedimento cautelare emesso dal gip del Tribunale di Verona. L’uomo, domiciliato a Calatabiano, istruttore subacqueo, già noto alle Forze dell’ordine, è stato rintracciato presso un diving center di Taormina. Secondo quanto riportato nel provvedimento custodiale, Bifulco, tra gli anni 2008 e 2010, avrebbe reiteratamente ceduto dosi cocaina a consumatori di Legnago. Dopo le formalità di rito, il 31enne è stato associato nel carcere di Messina Gazzi a disposizione dell’Ag. Inoltre, nel corso dell’attività di prevenzione, in cui sono stati controllati un centinaio di veicoli e oltre 200 persone, che ha permesso di passare al setaccio alcune aree suburbane dei comuni di Taormina, Giardini Naxos e Letojanni, le pattuglie dell’Arma hanno proceduto inoltre a deferire in stato di libertà all’A.G. peloritana otto persone: un 27enne, per detenzione illecita di sostanza stupefacente. All’esito di una perquisizione domiciliare, effettuata dai Carabinieri presso l’abitazione del giovane, ubicata nel Comune di Taormina, i militari hanno rinvenuto 15 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” ed un bilancino di precisione che sono stati sottoposti a sequestro; due giovani, residenti rispettivamente a Giardini Naxos e Misterbianco per detenzione illecita di sostanza stupefacente. All’esito di una accurata perquisizione veicolare, i carabinieri hanno infatti rinvenuto 65 grammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” che era stata abilmente occultata sull’autovettura a bordo della quale i due prevenuti viaggiavano; due giovani, per guida senza patente. I due sono stati controllati dai Carabinieri mentre si trovava alla guida dei rispettivi veicoli e dagli accertamenti sono risultati sprovvisti di patente di guida; il primo, poiché mai conseguita mentre, al secondo, gli era stata revocata dal prefetto di Messina; un 25enne, per guida in stato di ebbrezza per essere stato sorpreso alla guida del proprio veicolo in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di bevande alcoliche; una persona, per mancata copertura assicurativa della propria autovettura e per aver esibito un contrassegno assicurativo contraffatto; un 25enne, per guida senza patente. Infine, i militari dell’Arma hanno segnalato tre persone quali assuntori di sostanze stupefacenti. Nel complesso delle attività svolte, i carabinieri hanno infine elevato 10 contravvenzioni per infrazioni al codice della strada.

Leave a Response