S. Teresa. Al via la 7. “Giornata mondiale del libro”, incontri e dibattiti a Villa Ragno

S. TERESA – Al via anche nella riviera jonica la 7^ edizione della Giornata Mondiale del Libro, organizzata dalle biblioteche comunali del comprensorio allo scopo di valorizzare e far conoscere il proprio patrimonio culturale, e in particolare  quello librario.  La manifestazione, dal titolo “Leggere  il libro e la natura”, è iniziata oggi e si concluderà il prossimo 7 maggio. Le iniziative in programma si svolgeranno nel Palazzo della Cultura di S. Teresa di Riva. Due le tematiche scelte: “Il Risorgimento” e “I Monti Peloritani: riserve, aree protette e rinaturalizzazione del territorio”.  La biblioteca di S. Teresa, che organizza l’evento, su quest’ultimo tema si è avvalsa della collaborazione del Dipartimento regionale Azienda Regionale Foreste Demaniali di Messina e del Collegio provinciale dei geometri e dei geometri laureati di Messina.
Previsti incontri, presentazioni di libri,  ma anche visite guidate e mostre di libri appartenenti alle biblioteche organizzatrici sulle due tematiche scelte e l’esposizione di stampe, documenti, foto, anche di privati, che illustreranno particolari sia della Sicilia ottocentesca che delle riserve e dei parchi dei Monti Peloritani. Questa mattina, dopo l’inaugurazione, è stata presentata per la prima volta al pubblico la Riserva Naturale Orientata di Fiumedinisi, con l’intervento dei dirigenti responsabili delle aree protette del dipartimento regionale. Venerdì, alle 19,  è prevista una tavola rotonda sul tema “I Monti Peloritani tra riserve ed aree protette di un territorio da conservare e valorizzare”. Previsti gli interventi dell’arch. Giuseppe Aveni, dirigente  provinciale dell’Azienda provinciale Foreste Demaniali, l’ing. Carmelo Calabrese dell’Upa Messina, Anna Giordano del Wwf, Deborah Ricciardi dell’Associazione “Mediterranea per la natura”, Vincenzo Fiocco dell’associazione “Volontari Sentieri del tratto Forza d’Agrò-Taormina”. Subito dopo saranno presentati i  libri “L’erba cresce” di Achille Baratta e “Fenomeni estremi nell’area dello stretto di Messina” di Aveni, Giuseppe Caridi e Franco Ortolani.

Leave a Response