Sinagra. Conclusa a palazzo Salleo la “Settimana della Cultura”

SINAGRA – Una settimana all’insegna della promozione culturale quella che si è conclusa a Sinagra, accogliente paesino dei Nebrodi, svoltasi in una degna location, palazzo Salleo, recentemente portato a nuovo splendore dopo i restauri eseguiti sotto il vigile occhio della soprintendenza ai Beni culturali di Messina. Un corposo programma ha richiamato l’attenta partecipazione dei sinagresi e dei comuni vicini. La settimana si è aperta con la presentazione di un libro “Dal senso ai sensi-Il sapore dei ricordi” della scrittrice palermitana Piera La Mantia. Altro momento di amarcord, la presentazione del libro “Con i tuoi occhi”, la storia di Graziella Campagna, la giovinetta uccisa dalla criminalità, dell’autrice Rosaria Brancato, e a seguire “I padrini del Ponte” di Antonio Mazzeo, un libro indagine sulla non utilità del Ponte sullo Stretto, anche sotto il profilo di possibili infiltrazioni mafiose per l’esecuzione.
Ha concluso la manifestazione una conferenza su Beniamino Ioppolo, “Percorsi nella letteratura e nel paesaggio”. Alla conferenza,oltre all’ideatore del premio, lo scrittore Giovanni Torres La Torre, hanno relazionato il prof. Giuseppe Amoroso, dell’Università di Messina, Paola Colace, docente dell’Università di Messina, Maria Gridà, docente in pensione ,il sindaco Gaetano Scarso e l’assessore ai Beni culturali Vincenza Sicilia, nonché la presidente della Pro Loco Enza Mola, anima di numerose attività. Nelle sale del palazzo Salleo sono in mostra numerosi lavori di artigianato con riferimento alla sicilianità e radici del territorio (lavori in ferro battuto, ceramiche dipinte, lavori all’uncinetto, lavori artistici realizzati con canna, legno, etc.).

Leave a Response