Messina. Tentata estorsione, 22enne arrestato dalla polizia

MESSINA – Avrebbe fatto picchiare un conoscente che si rifiutava di dargli 2.000 euro come risarcimento per il danneggiamento della sua auto dovuto a incendio che, a suo dire, si era sprigionato dalla vettura della vittima dell’aggressione. È l’accusa contestata a Daniele Galletta, di 22 anni, arrestato da agenti delle volanti della Questura di Messina per tentata estorsione in concorso. Indagini sono in corso per identificare il suo complice.
Secondo l’accusa, Galletta aveva chiesto il ‘risarcimento danni’ facendosi accompagnare da un amico che avrebbe intimato alla vittima di dargli subito 2.000 euro per evitare gravi ritorsioni personale e impedire che il debito salisse a 22.000 euro. Al diniego della vittima l’uomo che era con Galletta lo avrebbe aggredito, colpendolo con calci e pugni. I due sono fuggiti in auto dopo avere sentito urlare alcuni dei vicini di casa. Sul posto è arrivata la polizia che ha ricostruito l’accaduto e ha arrestato Galletta e adesso è alla ricerca del complice.

Leave a Response