Messina. Dda e Gico sequestrano beni per un valore di 7 milioni di euro nella zona di Barcellona

MESSINA – Beni per un valore complessivo di circa 7 milioni di euro, riconducibili all’avvocato barcellonese Rosario Pio Cattafi, 62 anni, sono stati sequestrati dal Gico della Guardia di Finanza di Messina nell’ambito di un’operazione diretta dalla Direzione distrettuale antimafia in esecuzione del decreto di sequestro emesso dalla Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Messina. I finanzieri del Gico hanno sequestrato a Barcellona Pozzo di Gotto una società (la ”Dibeca” Sas di Corica Ferdinanda & C.), quattro beni immobili (tra questi un terreno di 60.000 mq in contrada Siena), quattro autovetture ed una moto di grossa cilindrata, conti correnti e titoli nella disponibilità di Cattafi. La ”Dibeca” Sas di Corica Ferdinanda & C., è salita alla ribalta della cronaca nell’ambito della nota vicenda del mega centro commerciale di Barcellona. Cattafi era stato coinvolto in numerose inchieste di mafia ed ha scontato tra il 2000 e 2005 una misura di prevenzione personale definitiva. L’operazione Dda-Gico si colloca nel più ampio contesto delle strategie di intervento della Dda messinese per diradare quel “cono d’ombra” che ha consentito da decenni alla mafia barcellonese o tirrenica di assumere una strutturazione e metodi operativi del tutto omologhi a quella di Cosa Nostra palermitana, nonché un controllo totalizzante dell’economia e forme di monopolio di importanti settori economici e di alterazione delle regole di mercato.

 

Leave a Response