S. Teresa. Presentato il Coordinamento locale di comunità della zona jonica

S. TERESA – Questa mattina, nei locali del Palazzo della Cultura, è stato presentato in conferenza stampa il Coordinamento Locale di Comunità (Clc) della zona jonica, promosso dal Cesv – Centro Servizi per il Volontariato di Messina, e le sue attività in programma nei prossimi mesi, con due gruppi di lavoro su “Ambiente e territorio” e “I servizi socio-assistenziali e il territorio”. Sono tre le priorità, nell’impegno del Coordinamento per il territorio jonico: sostenibilità ambientale, cittadinanza attiva e valorizzazione del territorio.
Per presentare il Clc, attualmente composto da 25 associazioni di volontariato, con un’estensione territoriale da Alì Terme a Taormina e Trappitello, sono intervenuti  – dopo i saluti dell’assessore alle Pari opportunità del Comune di S. Teresa di Riva, Paola Rifatto, Santino Mondello, vicepresidente del Cesv di Messina, Angela Passari e Francesco Previte, componenti del Direttivo Cesv, Melina Scarcella (presidente dell’associazione “Amici della Natura Tarc” di Pagliara), in qualità di referente per il Coordinamento Locale di Comunità della zona jonica,  Rosario Ceraolo, direttore del Centro Servizi per il Volontariato, e Tania Poguisch, attivatrice territoriale del Cesv.
Dopo i saluti istituzionali dell’assessore Rifatto, “nel segno dell’attenzione al volontariato e alle istanze sociali che esso rappresenta”, tutti gli intervenuti hanno sottolineato “l’importanza del lavoro in rete e della collaborazione progettuale fra le associazioni, valorizzando, attraverso lo strumento del Coordinamento Locale, le specificità del territorio”. Le associazioni del Clc della zona jonica, infatti, già da tempo  lavorano in rete per l’elaborazione di analisi legate al territorio e, in particolare, sulla situazione ambientale e sui servizi di cura alla persona. Eterogenee per caratteristiche e scopi associativi, nel segno del confronto e della trasversalità di analisi, hanno costituito due gruppi di lavoro su “Ambiente e territorio” e su “I servizi socio-assistenziali e il territorio”, impegnandosi anche ad affrontare il problema centrale delle barriere architettoniche.
Nel corso dell’incontro, è stata espressa solidarietà da parte del Cesv e del Clc al Centro “Il Picchio” di Santa Teresa di Riva, rappresentato in Conferenza stampa da Antonella Casablanca, che ha raccontato che nei giorni scorsi è stata forzata una serratura del Centro. Si tratta di un episodio sul quale stanno indagando le forze dell’ordine. Potrebbe trattarsi di un attacco violento (più che di un tentativo di furto), non il primo, a una realtà che svolge un’azione di impegno sociale a sostegno dei diversamente abili, dei migranti e di chi vive situazioni di emarginazione.
Alla conferenza stampa sono intervenuti anche Nina Di Nuzzo (Banca del Tempo “Insieme è meglio” di Alì Terme), Maurizio Crisafulli (Avis di S. Teresa di Riva), Francesca Pizzolo (Università Terza Età e Tarc), Mimmo Costa (Archeoclub Area Jonica Messina Onlus), Antonio Vucci (associazione Assovolo Riviera Jonica), Saro Sergi (associazione Enalpesca), Mimma Crupi (Legambiente Jonica), Antonella Aliberti e Santina Danto (associazione “Dispari” di Santa Teresa).

Leave a Response