Antillo. Servizio civico, in due anni spesi 60mila euro

ANTILLO – Sorprendente successo tra i giovani disoccupati antillesi e grande interesse tra molti amministratori dei Comuni del comprensorio, desta ormai da qualche tempo la consolidata e innovativa iniziativa intrapresa dal Comune di Antillo relativa alle attività di “servizio civico”.
Tale servizio consiste nella concessione di un assegno economico pari a € 1.080, a beneficiari che versano in condizioni economiche disagiate, in cambio dell’effettuazione di lavori di servizio civico, inerenti l’attività di assistenza agli anziani, il supporto al servizio di mensa scolastica, la cura, la vigilanza e la pulizia di strutture comunali, la pulizia di strade e piazze cittadine, il decespugliamento di piste agricole, ecc.
Dal 2009 ad oggi il Comune di Antillo ha destinato, per il servizio civico, circa 60 mila euro, dando così la possibilità a decine e decine di giovani disoccupati antillesi, nonostante i pesanti tagli ai trasferimenti operati da Stato e Regione a svantaggio soprattutto dei piccoli Comuni, di godere di un beneficio economico, seppur limitato nel tempo, dietro lo svolgimento di servizi di pubblica utilità.
La durata del servizio civico, per ciascun beneficiario, è fissata in 45 giornate per 4 ore giornaliere e ogni assistito riceve un compenso orario forfettario pari a € 6,00.
Il sindaco Antonio Di Ciuccio si è detto pienamente soddisfatto degli ottimi risultati conseguiti grazie alla realizzazione di questa iniziativa che, nelle intenzioni dell’Amministrazione Comunale, si prefigge il duplice obiettivo di dare un sollievo economico alle fasce più disagiate della popolazione e al contempo di garantire dei servizi aggiuntivi di pubblica utilità all’intera collettività. Il primo cittadino ha inoltre affermato che, in caso di riconferma della compagine amministrativa alle prossime elezioni del 29 e 30 maggio 2011, il servizio civico non solo verrà riproposto anche per gli anni successivi ma addirittura potenziato, compatibilmente con le risorse economiche disponibili nel bilancio comunale, al fine di dare la possibilità ad una platea più ampia di cittadini di usufruire di tale beneficio economico.

Leave a Response