Elezioni amministrative, in Sicilia si vota il 29 e 30 maggio

PALERMO – Sono ventisette i Comuni siciliani che andranno alle urne, per il rinnovo degli organi amministrativi, il 29 e 30 maggio, cosi’ come deciso oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessore per le Autonomie locali e la Funzione pubblica, Caterina Chinnici. L’eventuale ballottaggio si terra’ il 12 e 13 giugno. Nel comprensorio jonico si voterà ad Antillo. Unico capoluogo coinvolto e’ Ragusa, mentre in provincia di Enna non si votera’ in nessun Comune. Tra i centri maggiori Canicatti’, in provincia di Agrigento, Bagheria, nel palermitano, e Vittoria in provincia di Ragusa. Oltre che negli enti il cui rinnovo era gia’ fissato per scadenza naturale, si votera’ anche a Vallelunga Pratameno (Cl), Terrasini (Pa), Ferla e Sortino (Sr), dove i sindaci si sono dimessi o sono stati sfiduciati.

In Provincia di Messina si voterà ad Antillo, Capo D’Orlando, Caronia, Falcone, Ficarra, Galati Mamertino, Patti, San Marco D’Alunzio, Sant’Angelo di Brolo e Torregrotta.
Saranno ricompresi nell’elenco, ovviamente, anche tutti quei Comuni nei quali gli organi amministrativi dovessero cessare dalla carica anticipatamente e la cui definizione dei provvedimenti dovesse avvenire prima della firma, da parte dell’assessore Chinnici, del decreto di indizione dei comizi elettorali, ovvero tra il 60mo (30 marzo) e il 55mo giorno (4 aprile) antecedenti le elezioni.
La presentazione delle liste dovra’ avvenire, invece, tra il 29 aprile e il 4 maggio. Si votera’ la domenica dalle 8 alle 22 e il lunedi’ dalle 7 alle 15.

Leave a Response