S. Teresa. Moschella: “L’astensione di Fli sul capogruppo non è segno di frattura nella maggioranza”

S. TERESA DI RIVA – “Sull’astensione di Futuro e libertà in merito alla nomina del nuovo capogruppo di maggioranza non c’è alcun mistero. Non rappresenta un segnale di frattura all’interno della coalizione”. Sono le dichiarazioni di Roberto Moschella, portavoce di Fli, che in seno al civico consesso conta tre esponenti: Filippo Miano, Salvatore Bucalo e lo stesso Moschella. Il “caso” era esploso all’indomani della nomina a capogruppo di Giuseppe Arpi in sostituzione di Giuseppe Sturiale, destituito dalla carica in seguito alla defenestrazione da assessore del fratello Carmelo. I rappresentanti di Futuro e libertà sono rimasti alla finestra. “Nessun dramma, nessuna perplessità”, taglia corto Moschella. “E’ semplicemente una vicenda che non ci riguarda – aggiunge –  tant’è vero che nel corso di una riunione di maggioranza, in qualità di portavoce di Futuro e libertà, ho dichiarato apertamente che per noi, sulla scelta del nuovo capogruppo di maggioranza non c’era alcun veto. Ognuno dei consiglieri, insomma, ci andava e ci va bene. Noi abbiamo un gruppo che fa parte della maggioranza ma agisce in piena autonomia politica”.

Leave a Response