Fiumedinisi. Arriva il gas metano in 15 Comuni della Ionica, firmato il contratto tra i Comuni e l’Impresa Fin

FIUMEDINISI – E’ stato firmato il contratto tra i comuni che aderiscono al Bacino Sicilia Jonico Peloritano e l’impresa Fin Consorzio di Roma per  realizzazione e gestione di un impianto distribuzione che porterà finalmente il gas in un’area che riguarda 15 centri ella zona jonica del messinese e che fino a oggi, sono stati tagliati fuori dall’uso di questa importante fonte energetica. I comuni interessati che hanno aderito al progetto sono quelli di Alì, Alì Terme, Antillo, Casalvecchio Siculo, Fiumedinisi, Furci Siculo, Itala, Mandanici, Nizza di Sicilia, Pagliara, Roccalumera, Sant’Alessio Siculo, Savoca, Scaletta Zanclea e Santa Teresa di Riva. Capofila dell’iniziativa il comune di Fiumedinisi. L’opera, la più imponente tra quelle fino ad oggi realizzate nel bacino jonico messinese, dovrà essere completata entro 850 giorni dall’inizio dei lavori. La rete si estenderà per 75 chilometri: partirà da Antillo e, passando da Casalvecchio e Savoca, raggiungerà tutti i comuni della costa jonica, ai quali si allacceranno anche i centri collinari esclusi fino ad oggi dalle richieste di finanziamento precedenti. Soddisfazione dei sindaci: “La realizzazione delle rete del gas nel nostro territorio è un importante traguardo che si insegue da oltre trenta anni”, hanno rimarcato. Si tratta di un’opera che sarà anche un fondamentale volano di sviluppo sociale ed economico per l’intera area. I quasi 110 milioni di euro che saranno investiti non solo muoveranno un indotto pari a questa somma, ma nei prossimi 20 anni creeranno posti di lavoro per decine di tecnici manutentori e di operai specializzati. Da aggiungere anche che tutti i comuni saranno anche cablati con la fibra ottica che è stata un offerta migliorativa proposta dall’azienda che realizzerà il progetto.

Leave a Response