Casalvecchio. Carenze strutturali e pochi alunni, la scuola che ospita materne, elementari e medie rischia di dichiudere

CASALVECCHIO – C’è apprensione tra i genitori degli studenti che frequentano le scuole dell’infanzia, elementare e media del centro collinare. Ed è legata alla paventata chiusura del plesso che le ospita, nelle vicinanze del palazzo municipale. Il numero degli iscritti non sarebbe sufficiente a garantire il regolare svolgimento delle lezioni ma ci sarebbero anche problemi   strutturali che richiederebbero interventi di una certa consistenza economica da parte del Comune. Il sindaco, Onofrio Rigano, ha annunciato una riunione, entro mercoledì, con i genitori e il dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di S. Teresa, Rosa Crupi, per illustrare la situazione e vagliare il da farsi. “Alla materna – ha spiegato il primo cittadino – ci sono 8 bambini, ma il prossimo anno saranno solo 6 mentre ce ne vorrebbero come minimo 10. Alle elementari vi è una pluriclasse dalla prima alla quinta, per una decina di bambini. Alle medie la situazione è simile: una pluriclasse per 16 studenti. E’ ovvio – spiega il primo cittadino – che il nostro obiettivo è quello di non chiudere la scuola ma non dipende da noi. Sarà il dirigente scolastico a comunicare la situazione al ministero. Poi si vedrà”. Se il problema fosse solo strutturale, alcuni genitori hanno pronta la soluzione, di trasferire le scuole cittadine nella frazione Rimiti, chiuso anche questo perché gli iscritti erano insufficienti”.

Leave a Response