Taormina. Presunti lavori nella Riserva di Isolabella, esposto del Codacons alla Procura

TAORMINA – Il Codacons ha segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Messina alcuni presunti nuovi lavori effettuati nella Riserva Naturale Orientata dell’Isola Bella di Taormina, facendo seguito ad una precedente denuncia depositata nel giugno dello scorso anno.
In particolare si è chiesto l’intervento della Procura per verificare se – dal raffronto tra le foto scattate il 21 febbraio 2011 e quelle scattate il 12 giugno 2010 – risultino dei nuovi edifici o lavori effettuati nell’area della preriserva, se tali lavori eseguiti siano conformi alla legge, se potevano essere autorizzati o se possano configurare le fattispecie punite dalle norme penali poste a tutela del paesaggio, delle aree naturali protette e per il deturpamento delle bellezze naturali e se mancano degli alberi o altri vegetali. “Si tratta – precisa l’avv. Antonio Cardile, presidente provinciale del Codacons – di lavori  che risulterebbero effettuati non solo all’interno della Riserva Naturale Orientata, ma ad una distanza inferiore di 150 metri dalla spiaggia ed all’interno dell’area SIC  ITA 030031. I siti distinti con l’acronimo SIC  (“Sito di Importanza Comunitaria”) sono aree tutelate sulla base di normative europee che mirano alla conservazione degli habitat  naturali e seminaturali, della flora e fauna selvatiche. All’interno di essi l’effettuazione di lavori necessita di particolari autorizzazioni, quale la valutazione di incidenza ambientale, che può essere rilasciata solo ove sia conservata la particolarità del sito”.

Leave a Response