Ato 4. Rifiuti, discarica off-limits per i Comuni morosi

TAORMINA – A partire dai prossimi giorni la società che gestisce la discarica di Motta S. Anastasia (in provincia di Catania) non permetterà l’accesso ai mezzi provenienti dai Comuni inadempienti con il pagamento delle fatture per il conferimento dei rifiuti. Tra i 32 Comuni soci dell’Ato 4, che vanno dalla Valle dell’Alcantara a Scaletta Zanclea, ve ne sono diversi che ancora devono saldare novembre e dicembre. Ricevuta la comunicazione, il direttore dell’Ato, Arturo Vallone, ha immediatamente inviato una lettera ai sindaci degli enti locali morosi e al commissario ad acta nominato dalla Regione per il pagamento degli stipendi delle maestranze, Giuseppe Di Franco. La missiva si conclude con l’invito “a disporre i pagamenti a saldo delle fatture già scadute relative al 2010”. Viene inoltre specificato che “la Società d’Ambito non può ricorrere ad anticipazioni su fatture presso gli istituti di credito e quindi, declina ogni responsabilità di qualsiasi natura che possa insorgere”. Da poco prima dello scorso Natale ad oggi, l’Ato ha incassato dai Comuni appena 100mila euro. E solo per garantire la benzina ai mezzi, giusto per fare un esempio, occorrono poco meno di 40mila euro. Sei camion, inoltre, giacciono in officina perché non si riescono a pagare i lavori. Ci sono a mala pena i soldi per garantire gli stipendi. Tra gli enti non morosi con la Società d’ambito figurano i Comuni di Ali, Ali Terme, Fiumedinisi, Gallodoro, Mandanici, Limina e Taormina. Va precisato che per gli ultimi due centri l’Ato 4 svolge solo il servizio di conferimento in discaricala.  

Leave a Response