Messina. Avrebbero truffato l’Inps, chiesto il rinvio a giudizio per dieci avvocati civilisti

MESSINA – Il sostituto procuratore di Messina Vito Di Giorgio ha chiesto il rinvio a giudizio per dieci avvocati civilisti di Messina accusati di associazione per delinquere finalizzata alle truffa. Dopo quattro anni di indagini la procura avrebbe accertato che ai legali sarebbero state liquidate dall’Inps parcelle non dovute grazie alla complicità di un funzionario dell’istituto di previdenza sociale. Il rinvio a giudizio è stato chiesto per gli avvocati Aldo e Guido Lombardo, Giovanna Mazzeo, Vincenzo Amato, Michelangelo Mazzeo Rinaldi, Anna Maria Teresa Costanzo, Clelia Surace, Salvatore La Malfa, Francesco Micali e Massimiliano Ponzio. Secondo l’accusa il funzionario dell’Inps in alcune occasioni avrebbe gonfiato le parcelle per i legali, altre volte agli avvocati sarebbe stato dato denaro per prestazioni mai effettuate o sarebbero state pagate spese che non dovevano essere liquidate.

Leave a Response