Carabinieri in azione, denunciate 8 persone e sequestrate armi e droga

TAORMINA – Otto persone sono state denunciate per reati vari dai carabinieri della Compagnia di Taormina nell’ambito di una campagna di controllo del territorio attuata nel fine settimana. Nella circostanza, i carabinieri hanno operato vari servizi per la prevenzione dei reati contro il patrimonio e la persona e per il contrasto degli illeciti amministrativi inerenti le violazioni alle norme del codice della strada.
Gli equipaggi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Taormina ed i militari delle stazioni dipendenti sono stati posizionati nei punti nevralgici della rete viaria dei Comuni della riviera jonica.
Nel corso dell’attività, che ha permesso di controllare ed identificare oltre cento persone e circa un centinaio tra auto e motoveicoli, sono state elevate 15 contravvenzioni al Codice della Strada, di cui cinque per mancato uso del casco protettivo, con il conseguente decurtamento di punti dalle patenti di guida degli automobilisti indisciplinati.
Oltre alle contestazioni delle violazioni di natura amministrativa, i militari dell’Arma hanno denunciato in stato di libertà tre persone per detenzione di sostanza stupefacente. In particolare, nel corso di un servizio di prevenzione antidroga, effettuato nel Comune di Giardini Naxos, i carabinieri hanno perquisito tre persone trovate in possesso di 10 grammi circa di marijuana già suddivisa in dosi e pronta per essere posta in commercio. Anche a Taormina sono stati denunciati tre giovani, di età compresa tra i 19 ed i 21 anni, per detenzione di sostanza stupefacente. I tre sono stati trovati in possesso di 8 grammi di marijuana, che era stata abilmente occultata tra gli indumenti. Un 36enne, è stato deferito per porto abusivo di arma. L’uomo è stato trovato in possesso di un coltello con lama superiore ai 10 cm. di lunghezza. Il coltello è stato sequestrato.
Un 41enne già noto alle Forze dell’Ordine, infine, è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza. L’uomo, fermato nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, è sottoposto al test con l’etilometro, da cui è emerso un tasso alcolemico superiore agli 0,8 g/l (limite previsto dalla normativa vigente). Di qui la denuncia penale.

Leave a Response