S. Teresa. Il sindaco chiede all’assessore Sturiale di dimettersi per fare spazio all’Mpa. Perentoria replica: “Non se ne parla”

S. TERESA DI RIVA – Il sindaco, Alberto Morabito, ha chiesto all’assessore ai Lavori pubblici Carmelo Sturiale, di dimettersi. La sua uscita si rende necessario per fare entrare in giunta un esponente dell’Mpa, rappresentato in aula dal consigliere Rosario Caminiti. L’operazione è stata già discussa da Morabito a Messina con il capogruppo alla Camera del Movimento che fa capo al presidente della Regione Raffaele Lombardo, Carmelo Lo Monte e con l’on. Fortunato Romano. Sturiale, però, ha risposto in modo deciso che non ha alcuna intenzione di rassegnare le dimissioni. La situazione, insomma, si complica. Ad aprire le danze era stato Caminiti con una lettera al sindaco, in cui si chiedeva la verifica in Giunta. E quindi un “incontro urgente. Di qui il vertice a Messina nel corso del quale è anche emerso il nome del nuovo assessore in quota Mpa. Si tratta di Salvatore Puglisi, 48 anni, imprenditore, eletto nel 2004 con 158 preferenze al posto di Carmelo Scarcella, dichiarato ineleggibile. Ex Udc, Sturiale si professa indipendente ed autonomo nelle decisioni politiche che riguardano S. Teresa. Non ha tessere di partito. Tuttavia non nasconde la sua “amicizia” con l’on. Cateno De Luca, il sindaco di Fiumedinisi leader di “Sicilia Vera”, al quale fanno riferimento i tre consiglieri di minoranza. Sturiale intende “chiarire la questione” con Morabito. Di qui il no alle dimissioni.

Leave a Response