S. Teresa. Da Misserio a Home hill, nel calendario del liceo classico la storia di una famiglia emigrata nel 1925 in Australia

S. TERESA – Dalla Sicilia all’Australia. Da Misserio, borgata a monte di S. Teresa, a Home Hill, cittadina a nord dello stato del Qeensland. La storia di emigrazione della famiglia Ucchino, iniziata nel 1925, a causa delle difficili condizioni finanziarie, è il leitmotiv del calendario 2011 realizzato dagli allievi della III B del liceo classico Enrico Trimarchi di S. Teresa sotto la guida della professoressa Francesca Gullotta, nell’ambito del Dipartimento di storia. Il lavoro è stato presentato ieri nella palestra dell’istituto, gremita di studenti. Ospite d’onore, il coordinatore Francesco Giacobbe, coordinatore delle Associazioni siciliane  di Sydney. In prima fila il sindaco di Savoca Nino Bartolotta, promotore nel borgo medievale di un museo degli emigrati. Tra i relatori, lo storico locale Salvatore Coglitore. “L’Australia di allora – evidenzia il preside, Rosario Calabrese, che ha aperto i lavori – era per noi come l’Italia di oggi per gli immigrati che giungono dal Nord dell’Africa o dall’Est europeo. Questo calendario deve indurci a riflettere su principi basilari quali la solidarietà. Il messaggio lanciato dai ragazzi – conclude Calabrese – va oltre la storia ed è di grande attualità”. Quella della famiglia Ucchino è una storia come tante altre da raccontare. Alla partenza di Santo, il capo famiglia, ha fatto seguito negli anni successivi quella del figlio Giuseppe. Insieme, dopo tanti sacrifici, comprano una piantagione di canna da zucchero. Nel 1933 li raggiunge la moglie Angela con due figlie. La terza, Venera, rimane a Misserio. Si sposa con Carmelo De Domenico e  diventa madre di cinque figli. Anche Venera e il coniuge, dopo la seconda Guerra mondiale, decidono di cambiare vita e stabilirsi ad Home Hill. Venera oggi ha 97 anni ed è capostipite di una famiglia di circa 95 componenti. La storia della sua vita è registrata nell’archivio della capitale australiana di Canberra.

Leave a Response