Forza d’Agrò. Spese amministrative, l’ex sindaco Miliadò condannato a risarcire 7.000 euro al Comune

FORZA D’AGRO’ – A quattro anni di distanza dalla decadenza, la giustizia contabile ha condannato l’ex sindaco di Forza d’Agrò, Bruno Miliadò, 56 anni, a risarcire al Comune poco meno di 7mila euro. La somma corrisponde al danno erariale derivante  “dagli oneri inutilmente sostenuti per il compenso dei componenti delle sezioni elettorali e per il lavoro straordinario svolto dai dipendenti comunali in occasione delle consultazioni elettorali del giugno 2006”. In quella tornata Miliadò si era candidato alle amministrative per avendo subìto nel 2005 una condanna per falso in atto pubblico (divenuta irrevocabile l’1 marzo del 2006). Seguì un ricorso degli altri candidati, Nino Bianca prima e Salvatore Donato poi. Miliadò venne dichiarato decaduto dal Tribunale di Messina il 22 marzo del 2007.

Leave a Response